Stampa Estera Italia

Arte e Cultura

La consigliere, Carmen del Vando Blanco, ha ricevuto di nuovo l'incarico di Mostre e Cultura.

Quindi, organizza delle visite guidate (generalmente dai propri curatori o dai direttori del museo che le ospita) delle mostre appena inaugurate, puntando su quelle di maggior interesse per la stampa internazionale; nonché dei siti archeologici o istituzionali di speciale contenuto storico-culturale, legato alla più rilevante attualità.

VISITA ALL’ICRCPAL  (EX PATOLOGIA DEL LIBRO)

Riprendiamo le nostre visite culturali, con questo appuntamento all’Istituto Centrale per la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Archivistico e Librario (ICRCPAL - ex Patologia del Libro).

Saremo accolti dal direttore, dott.ssa M. Letizia Sebastiani, e a seguito, durante il percorso fra i diversi laboratori, guidati dai relativi responsabili, che ci illustreranno tutti gli aspetti dei delicati interventi dal punto di vista diagnostico-conservativo.

Foto: Alicia Romay

Curiose Riflessioni - a Palazzo Barberini

Le Gallerie Nazionali d’Arte Antica di Roma hanno invitato la stampa estera alla visita della mostra ‘Curiose Riflessioni. Jean-François Niceron, le anamorfosi e la magia delle immagini’ (aperta al pubblico dal 7 marzo), che sarà guidata dai curatori Maurizia Cicconi e Michele Di Monte.

L’anamorfismo, un effetto di illusione ottica per cui un’immagine appare distorta e diventa comprensibile solo ponendosi nell’unico corretto punto di osservazione oppure attraverso uno strumento che ne restituisca la giusta percezione, raggiunge il suo apice in età Barocca. E uno dei più interessanti protagonisti si è dimostrato il matematico e teologo francese Jean-François Niceron (Parigi 1613-Aix-en-Provence 1646), dedicatosi precocemente allo studio della prospettiva e dell’ottica, presente in mostra con i suoi dipinti databili attorno 1635 e due opere a stampa oltre al curioso “cannocchiale anamorfico”, che permette di vedere un’immagine che non c’è.

VISITA GUIDATA DELL’ACCADEMIA NAZIONALE DI SAN LUCA

Il Presidente dell’Accademia di San Luca, Gianni Dessì,  ha invitato i soci ad una visita completa (Biblioteche, Galleria accademica, collezione contemporanea e salone d’onore), guidata dal Dott. Fabrizio Carinci,  della prestigiosa e storica istituzione, nostra vicina di casa. 

L’attuale Accademia Nazionale di San Luca -intitolata al santo evangelista protettore dei pittori- ha origine dall’antica Università delle Arti della Pittura di Roma, i cui statuti risalgono al 1478, mentre le sue collezioni sono di notevole interesse storico artistico, databili fra il XV ed il XX secolo (Oltre un migliaio di opere donate dai propri soci e dai “principi”).

Ma fu nel 1593 quando si ebbe la simbolica fondazione dell’Accademia -ad opera di Federico Zuccari-, che rimase a lungo un riferimento internazionale per le Belle Arti. Nel 1874, a seguito dell’annessione di Roma al Regno d’Italia, le venne tolto Il compito dell’insegnamento artistico. E oggi, nella sua sede di Palazzo Carpegna l’attività didattica è volta a corsi speciali di alta formazione.

Foto: Carmen Del Vando

To Know Rome is to Love Rome: a Roma un 2018 pieno di iniziative ed eventi

ecco qua la foto ricordo della nostra visita al Campidoglio, ricevuti nella sala de la Protomoteca.

Al centro, la Sindaca accompagnata dagli assessori Meloni, Bergamo e Frongia.

IL TESORO DELL’ANTICHITA

VISITA GUIDATA DELLA MOSTRA WINCKELMANN NEI MUSEI CAPITOLINI

Zétema Progetto Cultura ha invitato i  soci alla visita della mostra

‘IL TESORO DELL’ANTICHITA’. WINCKELMANN e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento’, che è stata guidata dai curatori, Eloisa Dodero e Claudio Parisi Presicce.

Data l’importante ricorrenza, non potevamo perdere questo “incontro”.

Con Johann Joachim Winckelmann (1717-1768), colui che fondò le basi teoriche dell’archeologia moderna, dando vita ad un raffinato sistema di valutazione cronologica e stilistica delle opere antiche (definito da Wolfgang Goethe: “Novello Colombo, scopritore di una terra a lungo presagita (…) un tempo conosciuta e poi nuovamente perduta”).

La mostra (aperta fino al 22 aprile) intende celebrare gli importanti anniversari Winckelmanniani (300 anni dalla nascita nel 2017 e 250 anni dalla morte nel 2018), inserendosi nelle manifestazioni europee coordinate dalla Winckelmann Geselischaft, dall’Istituto Archeologico Germanico di Roma e dai Musei Vaticani (con mostra diffusa a giugno-ottobre 2018).

Foto: Elenq LIorente

La Roma immersiva di 'Welcome to Rome'

La Direzione del nuovo spazio multimediale Welcome to Rome ha invitato i soci alla scoperta dello spettacolo immersivo sulla storia e l’arte della città di Roma e delle sale di approfondimento su alcuni monumenti principali, con l’ausilio delle nuove tecnologie.

Welcome to Rome’ è la nuova ideazione culturale di Paco Lanciano -che ci ha dato tutte le spiegazioni durante la conferenza stampa-, dopo i successi di Palazzo Valentini e le ricostruzioni dei Fori di Cesare ed Augusto, in collaborazione con Piero Angela e il Comune di Roma.

Foto: Alicia Romay

La nuova Cinecittà

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha invitato i soci della Stampa Estera alla presentazione delle nuove attività e della rinnovata governance degli Studios di Cinecittà, alla Presenza del Ministro Dario Franceschini e del Presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà, Roberto Cicutto.

Nel corso della visita abbiamo visitato il set di una nuova grande Produzione e la mostra ‘Cinecittà si mostra. La Fabbrica dei sogni dal 1937’ (80 anni d’Italia, 80 anni di Cinecittà).

MUSEION alla Stampa Estera

#10YearsOn: il 24 maggio 2018 Museion, il museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano, compie dieci anni nella sede di Piazza Piero Siena disegnata dagli architetti KSV di Berlino: un’architettura futuristica, un’astronave nel cuore di Bolzano, in fascinoso contrasto con il paesaggio fisico e culturale che lo circonda. Collocato in un territorio unico come l’Alto Adige Südtirol, alla confluenza di culture e lingue, Museion non ha mai smesso, in questi anni, di rimanere ON: attivo, pulsante, con proposte artistiche inconsuete, come l’edificio che lo ospita.

Questa mattina il programma dei dieci anni è stato presentato a Roma in una conferenza stampa nazionale presso l’Associazione Stampa Estera in Italia.

Foto: Gianfranco Nitti

José Ramón Dosal Noriega incontro alla Stampa Estera

José Ramón Dosal Noriega, amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma e Consigliere della Fondazione Cinema per Roma, attivo nell’Auditorium Parco della Musica dal 2015, ha incontrato i soci per parlare del lavoro svolto e del suo programma per il 2018.

Foto: Chrise Warde-Jones

‘VOGLIA D’ITALIA’

Edith Gabrielli, direttrice del Polo Museale del Lazio, ha invitato i soci alla mostra ‘Voglia d’Italia'. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano’ articolata in due storiche sedi.

La mostra, che è stata presentata dalla direttrice Gabrielli e dal curatore, lo storico dell’Arte Emanuele Pellegrini, dimostra al pubblico, per la prima volta, la sorprendente raccolta che i coniugi statunitensi, George Washington Wurts ed Henrietta Tower, misero insieme fra i secoli XIX e XX e donarono poi allo Stato Italiano.

Ai Wurts e alla loro raccolta è dedicata la sezione allestita a Palazzo Venezia, mentre il contesto in cui fiorì la passione dei coniugi per il collezionismo è ricreato nelle spettacolari Gallerie Sacconi del Vittoriano, degli spazi nel ventre del monumento, nascosti per molti anni e ora aperti al pubblico dopo il loro restauro.

Foto: Mario Osorio Beristain

VISITA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI POMPEI

Un gruppo di corrispondenti ha visitato il parco archeologico di Pompei in occasione della riapertura di tre nuove domus di recente restauro: la Domus e Botteghe, la Casa del Triclinio all'aperto e la Casa del Larario Fiorito.

La foto è stata scattata ai piedi del Vesuvio col direttore generale del Parco, al centro, Massimo Osanna, durante la visita.

Foto: Esma Cakir

VISITA GUIDATA AL COMPLESSO DI SAN SALVATORE IN LAURO, UN GIOIELLO DA SCOPRIRE

Il Segretario Generale del Pio Sodalizio dei Piceni ha invitato i soci alla visita del Complesso di San Salvatore in Lauro, sede della raffinata mostra in corso ‘Clemente XI, collezionista e mecenate’, che sarà guidata dal suo curatore, Claudio Maggini: il cardinale Giovanni Francesco Albani, urbinate, di famiglia facoltosa, salito al soglio pontificio nel 1700 con il nome di Clemente XI, prima e durante il suo pontificato, rivela un considerevole gusto estetico e collezionistico. E considerevoli sono le opere firmate dagli artisti che fecero parte dell’entourage del Pontefice, ben esposto in questo appuntamento.

Mentre sarà Alfredo Lorenzoni, il Segretario Generale, colui che ci condurrà nei Musei di San Salvatore In Lauro, che ospitano le donazioni e gallerie permanenti di Emilio Greco e Umberto Mastroianni,  grandi scultori del Novecento, con cui i Musei hanno instaurato un duraturo dialogo proprio nell’ex collegio dei marchigiani a Roma. Questi due artisti di fama internazionale hanno qui dimora stabile essendovi, oltread alcune delle loro opere perennemente esposte, anche la sede dei due organismi deputati allo studio della loro attività artistica.

La Chiesa del Complesso di San Salvatore in Lauro è documentata dal 1177 e a seguito dell’incendio del 1591, si iniziò la ricostruzione, su progetto di Ottaviano Nonni, detto il Mascherino.

Gli spazi dell’ex convento hanno ospitato un collegio per studenti marchigiani, una caserma durante la Repubblica Romana,  la scuola nazionale di scherma durante l’occupazione francese, studi di artisti e oggi L’Archivio Emilio Greco e il Museo Mastroianni.

Questo sito web usa i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per maggior informazioniclicca qui.